Amministratore di condominio e la manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici

 

Il ruolo dell’amministratore all’interno dei condomini

Spesso eseguire ristrutturazioni all’interno dei condomini è una vera e propria impresa. L’amministratore gioca un ruolo fondamentale in questo, perché deve saper coordinare non solo tutte le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria del condominio, ma anche i diversi pensieri e disponibilità economiche dei vari condomini.

Mettere d’accordo tutti, infatti, può rivelarsi più complicato del previsto, ed il rischio di rimandare nel tempo interventi manutentivi di varia natura è dietro l’angolo. Un buon amministratore di condominio ha quindi il compito di mediare tra le differenti idee dei condomini, migliorando al contempo le condizioni dello stabile e dando sempre priorità ai lavori urgenti.

Manutenzione straordinaria in un condominio

Le opere di manutenzione straordinaria all’interno dei condomini comprendono tutti gli interventi di carattere occasionale, come la sostituzione della pavimentazione delle aree condominiali, la tinteggiatura della facciata del condominio o delle scale o la riqualificazione del tetto da parte di un’impresa di ristrutturazioni.  Tutte queste spese sono sostenute in maniera sporadica, ma sono essenziali per la corretta conservazione, anche strutturale, dell’edificio.

In quest’ultimo periodo abbiamo assistito ad un vero e proprio aumento degli interventi di restauro dei condomini, grazie alle agevolazioni introdotte con il SuperEcoBonus 110%. Questo strumento, infatti, ha fornito una grande spinta al settore delle manutenzioni e ristrutturazioni, contribuendo da una parte a migliorare gli edifici da un punto di vista energetico, dall’altro a mantenere in buona salute gli stabili.

Manutenzione ordinaria in un condominio

Gli interventi di manutenzione ordinaria all’interno dei condomini, invece, riguardano tutte quelle spese periodiche legate alla buona gestione dello stabile.
Malgrado siano solitamente spese di minore entità, non sono comunque da sottovalutare e ci sono interventi di manutenzione ordinaria che nessun amministratore di condominio dovrebbe trascurare per garantire il buon mantenimento dello stabile.

Ad esempio, gli interventi legati allo stato delle impermeabilizzazioni delle coperture, delle terrazze ed il buon funzionamento del sistema fognario sono estremamente importanti, in quanto queste parti di edificio sono a stretto contatto con acqua e liquidi di scarico, che velocizzano il processo di deperimento della struttura.
Tali problemi sono importanti in quanto se trascurati per anni, anche se di piccola entità, porteranno al manifestarsi di muffe, al rigonfiamento di pitture e dei sottostanti intonaci sino ad arrecare danni alle strutture sollecitate da tali perdite. In alcuni casi queste possono anche non manifestarsi sempre o manifestarsi in punti in cui nessuno esegue dei controlli manutentivi (tipo un sottotetto, una fossa ascensore, ecc.).

Altro problema è la pulizia delle grondaie in quanto queste possono intasarsi, creando dei trasbordi d’acqua che vanno a sporcare le facciate dell’immobile, ma soprattutto il manifestarsi di fenomeni di ristagno di acque piovane che porteranno ad un’accelerazione del deteriorarsi della lamiera delle grondaie stesse.

Altre opere non urgenti ma comunque fondamentali riguardano lo stato di salute dei tinteggi esterni del condominio, in quanto gli stessi se lasciati trascurati per molti anni possono presentare fenomeni di distacco, portando gli intonaci sottostanti a subire le intemperie esterne.

Perché fare manutenzione?

Ovviamente ristrutturare e mantenere un edificio sano è fondamentale per la sicurezza dei condomini. Tuttavia, un altro aspetto spesso sottovalutato è che un immobile non curato nell’immagine diventa meno interessante nel caso di compravendite e quindi subirà perdita di valore e soprattutto di attrazione.

Per questo motivo è fondamentale poter contare su un amministratore di condominio capace, in grado di coordinare le attività di manutenzione e che sappia ottenere la delibera dei condomini per procedere con le opere da farsi.

Cosa poi fondamentale, soprattutto da parte di una buona amministrazione condominiale, è la ricerca di imprese edili ed impiantistiche che rispondano esattamente alla richiesta di offerta, in quanto molto spesso ci si è ritrovati ad un confronto di offerte basato su cicli di lavorazioni differenti.
Inutile poi dire che non sempre l’offerta economicamente più vantaggiosa è garanzia di risultato.
L’amministratore ha quindi il compito di saper individuare l’impresa edile con la maggiore esperienza e capacità per eseguire opere durevoli nel tempo, in grado di garantire sicurezza e qualità dei lavori. 

CTA: Fratelli Marchetti da anni opera nel settore della ristrutturazione, costruzione ed edilizia antisismica per edifici e condomini. Grazie alla nostra lunga esperienza nel settore e ai diversi progetti sviluppati in tutta Italia, forniamo consulenza e supporto per le diverse fasi di restauro. 

Chiamaci e chiedi una consulenzaSaremo felici di affiancarti nel tuo progetto di manutenzione del condominio!

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere aggiornamenti, consigli e novità nel settore dell’edilizia pubblica e privata.